Le menzogne dei “ faccendieri “ politici

Leggiamo spesso gli articoli di fondo scritti dal Signor Romano Prodi sul quotidiano “Il Messaggero “ in cui si parla di economia, di disoccupazione , dei lunghi anni di crisi, di sfiducia dei cittadini nelle istituzioni e nella politica e di tanti altri aspetti che hanno inciso negativamente sul reddito delle famiglie italiane e sull’ economia in generale. Molti anni fa, in tutte le riunioni politiche ed in tutte le manifestazioni sociali incominciammo a biasimare e condannare l’operato di alcuni personaggi politici che hanno ridotto l’ Italia alla miseria tanto da portare il paese dalla quarta – quinta potenza economica mondiale alla povertà di circa nove milioni di cittadini.

In momenti non sospetti, abbiamo scritto: “ Ghigliottiniamoli” come uscire dalla melma della seconda Repubblica. Nel libro: abbiamo fatto nomi e cognomi, abbiamo detto quello che allora potevamo scrivere, oggi nello scrivere siano più cattivi e diciamo che quei personaggi dovrebbero essere processati per i disastri causati al “ paese Italia” .

Oggi conosciamo tutto; … soprattutto sappiamo che quei personaggi citati ( unitamente ad altri da menzionare) sono stati la causa del disastro del paese togliendo il benessere alle famiglie, annullando la speranza ed il futuro ai giovani e impoverendo un paese talmente ricco da suscitare l’invidia di tutte le nazioni europee e mondiali.

Libertas, i giovani della D.C. , cambieranno nuovamente l’economia del paese candidando alle prossime politiche quale “ Premier” un componente della direzione del partito con un programma economico – finanziario tale da intraprendere una rivoluzione copernicana da riportare il paese al posto lasciato dalla D.C. nel 1992/1993.

Incominciamo con il cambiamento immediato dell’ IVA riportando l’aliquota dal 22% al 10% e dal 4% all’ 1%; con l’istaurare di una fascia di immissione al mondo del lavoro per i giovani ( durata anni 5 regolarmente pagati); la chiusura di Equitalia, le bollette sterilizzate e tante tante altre novità già scritte nel programma economico-finanziario di “ Libertas”.

Nella vita non abbiamo voluto mai dare “ consigli “ neanche nel momento del bisogno, oggi vorremmo suggerire alle testate dei giornali italiani di evitare di riportare “ articoli” di molti personaggi che hanno distrutto l’economia del paese e hanno tolto ogni speranza alle future generazioni.

Ad osservare attentamente gli eventi, la storia già li ha condannati. Alcuni personaggi, seguaci dei faccendieri, già citati nel libro, si riempiono la bocca di “ cambiamenti”. Evitino brutte figure, evitino di raccontare “balle”, evitino le promesse di: “ Prodi; Berlusconi; Ciampi; Napolitano; D’Alema; Monti; Renzi ecc… evitino di parlare!!!

In quanto chi ha distrutto sa solo distruggere.

La D.C. ha sempre costruito nel passato e lo farà negli anni futuri con le sue forze migliori: i giovani di Libertas.

Il Presidente

l Movimento Politico Libertas

                                                                                                       Dott. Antonio Fierro

logo-movimento-politico-libertas

Posted in: